Sei in » Cronaca
15/09/2015 | 13:56

Il proprietario di alcuni oggetti in oro e argento - precedentemente rubati da casa sua - li ha riconosciti come suoi. Ora, un 29enne salentino, giÓ noto, ha ricevuto una denuncia a piede libero per furto aggravato in abitazione.


ph tratta da http://bari.ilquotidianoitaliano.it/


Acquarica del Capo. L’attività investigativa è iniziata dopo una denuncia sporta dalla vittima. Gli investigatori, dunque, non appena recepito il racconto dei fatti, hanno “setacciato” vari esercizi commerciali del tipo “Compro Oro”, convinti che la vendita di alcuni prodotti avrebbe potuto in qualche modo collegarsi con l’attività criminosà d’un 29enne originario di Acquarica del Capo. Insomma, dei sospetti – dal loro punto di vista – piuttosto fondati. Di fatti, man mano che le indagini proseguivano, i poliziotti del Commissariato di Taurisano si convincevano che la vendita all’attività di alcuni oggetti fosse stata, in realtà, conseguenza di un furto perpetrato illecitamente ai danni di un’altra persona.  

Così stamattina, il personale appartenente alla Squadra di Polizia Giudiziaria ha comunicato d’aver proceduto col deferimento del ragazzo. Costui – lo dice un’apposita nota fattaci pervenire in redazione dagli uffici taurisanesi – sarebbe un volto già noto alle forze dell’ordine. I precedenti, infatti, parlano chiaro: reati contro il patrimonio, detenzione abusiva di armi, tentato omicidio e lesioni personali. Adesso, invece, risulta il principale indiziato della sottrazione di materiale in oro e argento, dunque presunto responsabile di furto in abitazione (quella del denunciante, per intenderci).

Perché proprio lui? Semplice. Stando sempre ai dettagli rivelatici dagli agenti, il legittimo proprietario dei preziosi li avrebbe riconosciuti come di sua proprietà. Ne è scaturito il sequestro della merce – a quanto sembra asportata illegalmente – precedentemente venduta al negozio. Adesso, invece, il giovane risulta indagato con l’accusa – dalla quale ora dovrà difendersi – del reato di furto aggravato in abitazione.  




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |